Oltre 8.000 clienti soddisfatti

Come difendersi dai cinghiali: le soluzioni per gli agricoltori

Se sei un agricoltore sai già di che problema stiamo parlando. La popolazione dei cinghiali in Italia è aumentata negli anni, con gravi conseguenze per i raccolti, ma anche per la sicurezza di cose e persone. I cinghiali attuali, frutto di incroci tra diverse specie, sono longevi, partoriscono un numero maggiore di piccoli e sono più grandi rispetto a quelli che si potevano trovare nei nostri boschi cinquant’anni fa. Sebbene gli ungulati siano un specie soggetta a piani di prelievo autorizzati, quindi, è necessario trovare delle soluzioni per contenerli e allontanarli dalle zone coltivate e/o abitate.

Per allontanare i cinghiali esistono tre diversi tipi di dissuasori che non necessitano di particolari permessi e possono essere installati pressoché ovunque. Vediamoli nel dettaglio.

 

Dissuasori visivi per ungulati

dissuasori visivi sono elementi dai colori forti che vengono posizionati lungo il perimetro dei campi coltivati o attorno alle abitazioni. Sono molto efficaci contro gli uccelli, che vedono questi elementi, ma non riescono ad identificarli, e per questo non si avvicinano all’area.

Per gli ungulati i dissuasori visivi propriamente detti non sono molto utilizzati, perché il cinghiale non distingue i colori e fatica a notare elementi di disturbo nel suo raggio visivo. In genere per questa specie si preferisce l’utilizzo di reti metalliche, recinzioni elettrificate e dissuasori luminosi combinati a dissuasori sonori, che oltre ad emettere suoni, creano fasci di luce in grado di spaventare quasi tutti gli animali selvatici.

 

Dissuasori sonori e luminosi per animali selvatici

Per l’allontanamento di cinghiali, ma anche di altri animali selvatici, una delle due soluzioni più efficaci è l’uso di dissuasori sonori e luminosi. Questi dispositivi spaventano gli animali riproducendo forti rumori tipici delle zone abitate e li convincono ad allontanarsi. Grazie ad un rilevatore ad infrarossi si azionano al passaggio dell’animale e riproducono ad alto volume voci, allarmi, spari, abbaiare di cani, rombi di auto,… La struttura di questi sistemi, come ad esempio il modello IDS Alarm, è a tenuta stagna , resiste agli urti. Inoltre è autoalimentato attraverso una batteria ricaricabile o con l’ausilio di un piccolo pannello fotovoltaico che può essere aggiunto al dissuasore.

Dissuasori olfattivi per ungulati

Un’altra tipologia di dissuasori efficaci per l’allontanamento degli ungulati è di tipo olfattivo. I dissuasori olfattivi per cinghiali sono composti da un liquido odoroso, come il SAPU 2010, che, diluito in acqua viene sparso sui tronchi degli alberi attorno alla zona da proteggere. In alternativa è possibile anche posizionare un semplice dispenser in plastica con un panno imbevuto di SAPU 2010 nella zona. L’odore emanato da questa soluzione è molto fastidioso per gli animali e li tiene lontani dai raccolti e dalle aree abitate senza spaventarli. A differenza dei dissuasori sonori, però, i dissuasori olfattivi devono essere continuamente posati, perché l’odore tende a scomparire dopo circa 2/3 settimane.

 

Vuoi allontanare i cinghiali dalla tua proprietà?

Scopri tutti i prodotti per la prevenzione dei danni da fauna selvatica.

Vai alla sezione dedicata

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

×