Le attrezzature per il recupero faunistico in ambito urbano

Non è raro che gli animali selvatici in cerca di cibo si allontanino dal loro ambiente e si addentrino nelle periferie delle nostre città, ma questo rappresenta un pericolo sia per gli animali che per i cittadini. Le luci, le case e i rumori delle aree abitate spaventano gli animali rendendoli aggressivi, mentre i cittadini che si ritrovano a tu per tu con un cinghiale, un cervo o una volpe spesso vanno in panico, mettendo a repentaglio la loro vita e quella della fauna.

Comuni ed enti territoriali sono responsabili della sicurezza sia degli animali che dei cittadini ed è per questo che necessitano di attrezzature professionali per catturare l’animale con facilità e rispetto. Scopriamo insieme quali sono le attrezzature di cui ogni ente incaricato del recupero faunistico in ambito urbano dovrebbe avere in dotazione.

RICORDA:

Se ti trovi a tu per tu con un animale selvatico, chiama subito il tuo comune o la guardia forestale e lascia che siano loro a catturarlo. Secondo la normativa vigente, solo personale autorizzato può gestire il recupero faunistico in ambito urbano.

 

 

Bastoni e frustoni

I bastoni e i frustoni sono indispensabili per catturare l’animale senza fargli del male.

bastoni per recupero fauna selvatica, infatti, sono dotati di un cavo in acciaio inox inguainato con il quale fermare l’animale. La presenza di un moschettone a rilascio rapido, e di una maniglia anti-strangolo nei modelli più professionali, immobilizza l’animale tutelando la sua salute ed evitando che, dimenandosi, possa farsi del male da solo.

guadini accalappiacani, invece, sono dotati di una speciale rete a maglia fine con la quale è possibile catturare animali di taglia piccola. Un automatismo permette di chiudere velocemente la rete per evitare che l’animale scappi e, anche in questo caso, la struttura dell’attrezzatura evita che l’animale si faccia male durante le operazioni di cattura.

 

Reti di cattura

Le reti di cattura sono la soluzione migliore per immobilizzare animali di taglia medio/grossa o recuperare animali piccoli particolarmente spaventati ed agitati.

Si tratta di una rete molto simile a quella utilizzata per la cattura degli animali in aree verdi, ma invece di essere installata sui pali e delimitare un perimetro, viene lanciata sull’animale per immobilizzarlo. La struttura della rete è resistente, ma al contempo molto morbida e, grazie al sistema ad insacco, ferma l’animale senza soffocarlo ed evita che si ferisca nel tentativo di liberarsi.

 

 

Kit trasportini

Una volta catturati gli animali, i referenti degli enti territoriali si occupano anche del loro trasporto presso zone protette o presso strutture per il controllo della loro salute. Oltre ai sistemi di cattura, quindi, è necessario avere anche di kit trasportini per fauna selvatica: speciali casse in compensato marino dotate di fori, che permettono all’animale di respirare durante il trasporto, e di maniglie in metallo, che ne facilitano il sollevamento.

Le dimensioni dei trasportini per fauna selvatica sono commisurate alle dimensioni dell’animale, per garantire un trasporto sicuro senza confinarlo in uno spazio angusto.

 

 

Sei un ente autorizzato e hai bisogno di attrezzature per il recupero faunistico in ambito urbano?

Contattaci senza impegno per conoscere tutte le attrezzature disponibili

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.